antivegetative vernici

Consigli per l’applicazione della pittura antivegetativa

I prodotti si adattano perfettamente alle diverse condizioni di applicazione.
I tempi di essiccazione/catalisi e gli intervalli di ricopertura qui riportati sono stati calcolati sulla base delle seguenti condizioni:
* temperatura 10oC e 20oC
* umidità relativa (RH) del 60-65%
* Area di lavoro con buona ventilazione

Tempi di essicazione

I tempi di essiccazione e catalisi qui riportati possono variare al variare della temperatura a cui si effettua l’applicazione.
Come regola empirica si consideri che i tempi di essiccazione/catalisi raddoppiano qualora la temperatura diminuisca di 10°C e si dimezzano all’aumentare della temperatura di 10°C.

Temperatura

Le caratteristiche stesse della pittura cambiano a seconda della temperatura. A basse temperature la viscosità della pittura aumenta e quindi andrà diluita (controllare sempre i corretti rapporti di diluizione ed evitare di superare il limite previsto). Verificare la temperatura minima di applicazione della pittura poiché al di sotto di essa non catalizza. Ciò oltre ad impedire la formazione di un film adeguato, compromette l’aderenza tra gli strati di pittura nonché la qualità della finitura. Evitare inoltre l’applicazione al di sopra delle temperature consigliate poiché l’aumento della temperatura abbrevia i tempi di essiccazione/catalisi riducendo la fluidità della pittura stessa, compromettendone la finitura. Lo stesso fenomeno si può verificare quando l’applicazione avviene alla luce diretta dei raggi solari: in questo caso la superficie da trattare raggiunge una temperatura superiore a quella dell’ambiente circostante.

Umidità relativa

L’umidità relativa ideale non dovrebbe superare il 65% (rilevazione con igrometro). Per testare empiricamente il livello di umidità, inumidire la superficie da trattare e se in 10 – 15 minuti ritorna asciutta, procedere con l’applicazione. In caso di applicazione all’aperto evitare le prime ore del mattino e la sera poiché aumenta il rischio di formazione di condensa e rugiada.

Ventilazione e Applicazione al chiuso

Una buona ventilazione è necessaria a consentire l’evaporazione dei solventi nonché la catalisi della pittura; essa impedisce inoltre la formazione di bolle. Applicazione all’aperto La scelta di condizioni climatiche favorevoli riduce il rischio che la polvere si depositi sulla superficie trattata e favorisce la naturale essiccazione/catalisi delle pitture a base di solvente con risultati apprezzabili in fase di finitura. Abbigliamento e protezioni adeguate Indossare capi che offrano una protezione adeguata, compresi guanti e occhiali.

Abbigliamento e protezioni adeguate

Indossare capi che offrano una protezione adeguata, compresi guanti e occhiali.

Eliminazione pittura vecchia

L’uso di Paint Stripper semplifica l’eliminazione degli strati di vecchia pittura e di antivegetativa.

Il Paint Stripper è uno sverniciatore a base di solventi estremamente efficace, utilizzabile sulla maggior parte delle superfici compreso il silicone. Si applica in quantità abbondante su superficie asciutta con pennello o rullo. Per antivegetative e pitture o vernici alchidiche lasciare agire per 15-30 minuti finché lo strato di pittura si dissolve. Paint Stripper è efficace anche con epossidici e silicone; il prodotto deve agire per 30 minuti. Si suggerisce di coprire la superficie trattata con un foglio di alluminio per evitare l’eccessiva evaporazione di solventi. Raschiare poi lo strato di pittura vecchia e risciacquare con acqua e Boat Shampoo. Per gli strati più vecchi e spessi è necessario ripetere il trattamento

Al posto degli sverniciatori chimici è possibile utilizzare anche:

  • un raschietto per pittura, efficace su pitture e vernici ma non su antivegetative.
  • una pistola ad aria calda, efficaci su pitture e vernici ma non su antivegetativa.

Fare attenzione a non danneggiare/bruciare lo strato sottostante.
Per lavori su larga scala è meglio rivolgersi ad un contractor! Scegliere carta a grana grossa facendo attenzione a non danneggiare gli strati sottostanti.

Pulizia & Sgrassaggio

Il raggiungimento di risultati soddisfacenti in fase di finitura è strettamente legato ad una adeguata preparazione della superficie da trattare, che in primo luogo dipende dall’utilizzo di efficaci sistemi detergenti in grado di rimuovere sporco e agenti contaminanti.

Yacht Cleaner è un detergente molto potente, biodegradabile e idrosolubile, particolarmente indicato per rimuovere carburante, petrolio, grasso, cera e silicone; diluito al 50% in acqua dolce è efficace su antivegetativa e bitumi nonché per la pulizia dei pennelli su cui la pittura è parzialmente catalizzata. E’ ideale per la pulizia del vano motore che può essere risciacquato con acqua dolce mentre è inadatto all’utilizzo su legno non trattato.
Si usa prima dell’applicazione di cera o pittura; con diluizione di 1:50 in acqua dolce

serve per la pulizia ordinaria, con diluizione di 1:10 per quella straordinaria. Si applica con pennello o a spruzzo a bassa pressione, si lascia agire per 15 minuti circa e si risciacqua poi con abbondante acqua dolce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *